PROFILO


PROFILO

Posizione attuale
Vincenzo Orioles è professore ordinario del settore scientifico disciplinare "Glottologia e Linguistica" presso il Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale dell'Università degli Studi di Udine, ove insegna Linguistica generale (Corso di laurea in Lettere). Fa parte del Collegio docenti del Dottorato di ricerca in Studi Linguistici, Filologici, Letterari dell’Università di Macerata, e ha collaborato alle attività del Dottorato in Storia linguistica del Mediterraneo antico, profilo Storia linguistica e culturale dell’Italia antica (Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM - Milano).

Funzioni accademiche
Ha al suo attivo una intensa attività in qualità di componente del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico, componente del Consiglio di Amministrazione dell'Opera Universitaria, direttore del Dipartimento di Glottologia e Filologia classica (1995-1999), direttore del Centro Internazionale sul Plurilinguismo (1998-2004); Preside della Facoltà di Lingue e letterature straniere (2004-2007), Presidente del Corso di laurea in Studi Europei (2006-2008), membro del Senato Accademico in composizione allargata che ha approvato il nuovo statuto dell’Università di Udine (2010-2012).

Adesione a Società scientifiche
Fa parte della Società Italiana di Glottologia (della quale è stato eletto Segretario dal 1987 al 1990 e Presidente per il biennio 1999-2000) e del Sodalizio Glottologico Milanese; è Socio del Centro di Studi filologici e linguistici siciliani e dell’Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei (Gorizia).

Incarichi istituzionali
Dal 2000 al 2001 ha operato come membro del Comitato tecnico-consultivo istituito dal Ministro per gli Affari regionali per dare applicazione alla legge 482/1999 ("Norme a tutela delle minoranze linguistiche storiche") attraverso l'elaborazione del relativo Regolamento di attuazione ed è stato chiamato a far parte del Gruppo di studio sulle minoranze linguistiche storiche costituito presso il Ministero della Pubblica Istruzione. In atto è coordinatore del Gruppo di Lavoro sulle Politiche e sui Diritti Linguistici designato dalla Società Italiana di Glottologia per sviluppare temi a tutto campo in materia di politiche linguistiche.

Attività di ricerca e progetti scientifici
Pratica come tema d'’indagine elettivo l'interferenza linguistica, cui ha dedicato svariati contributi metodologici e applicativi, interessandosi sia ai modelli di analisi praticati dalle figure più rappresentative della storia della ricerca (ad esempio Uriel Weinreich e Roberto Gusmani) che alle singole manifestazioni storiche del ‘contatto’. Le diverse forme e tipologie assunte dalle relazioni interlinguistiche sono state verificate nella ricognizione di vari prestiti e calchi soggetti a trafile complesse ed in particolare nell'esame delle influenze lessicali esercitate dal russo sull'italiano sia in epoca zarista che durante la stagione sovietica. Inseparabile dall’interferenza è l'approfondimento del plurilinguismo e della variabilità interna ai sistemi linguistici: in quest'ambito da una parte ha preso in esame i più significativi quadri teorici (a partire dalla tassonomia di Eugenio Coseriu) dal'l’altra si è impegnato in azioni forti in materia di idiomi minoritari, status delle lingue e politiche della diversità linguistica. Sul versante antichistico ha affrontato le dinamiche del bilinguismo osco-greco nell’'Italia preromana ed in particolare nella Messana mamertina. Ha preso attiva parte inoltre a progetti scientifici di rilevanza nazionale (PRIN) in materia di storia del pensiero linguistico e di metalinguaggio indagando sia su singoli costrutti e categorie sia su coerenti nuclei terminologici nonché sviluppando una costante riflessione metodologica attenta a cogliere i momenti di svolta e le fratture di paradigma (le cosiddette rivoluzioni scientifiche) e a rendere conto dei principi animatori che soggiacciono all'ordinamento nomenclatorio. Il tema del progetto più recente, del quale è stato coordinatore nazionale nel biennio 2011-2013 (sede nazionale Udine; cinque unità locali), era Metalinguaggio della linguistica. Modelli e applicazioni.
Ultimamente ha esteso i suoi interessi verso lo studio della condizione della lingua italiana nel mondo in qualità di coordinatore dell’unità operativa di Udine del progetto FIRB 2009-2013 “Perdita, mantenimento e recupero dello spazio linguistico e culturale nella II e III generazione di emigrati italiani nel mondo: lingua, lingue, identità. La lingua e cultura italiana come valore e patrimonio per nuove professionalità nelle comunità emigrate”, coordinato dall’Università per Stranieri di Siena, con partner le unità locali di Viterbo, Salerno, Cosenza e la società ELEA.

Principali pubblicazioni - Attività ‘editoriale’
Si segnalano in particolare un volume di interventi sul tema delle lingue minoritarie (Le minoranze linguistiche. Profili sociolinguistici e quadro dei documenti di tutela, Roma, Il Calamo, 2003), una monografia dedicata alle voci di origine russa (I russismi nella lingua italiana. Con particolare riguardo ai sovietismi, Roma, Il Calamo, 2006), una raccolta di scritti lessicali (Percorsi di parole, Roma, Il Calamo, 2006, 2. ediz.) e la riedizione di Lingue in contatto di Uriel Weinreich (Torino, Utet Università, 2008).
Ha promosso molte iniziative editoriali curando atti di convegni (ad es. Dal 'Paradigma' alla Parola, 2001; Eteroglossia e plurilinguismo letterario, 2002; La legislazione nazionale sulle minoranze linguistiche 2003; Mediterraneo plurilingue, 2008; Proceedings of the First Workshop on the Metalanguage of Linguistics. Models and Applications, in collaborazione con Raffaella Bombi e Marica Brazzo, 2012) e raccolte di studi (Idee e parole, 2002; Studi in memoria di Eugenio Coseriu, 2004; Circolazioni linguistiche e culturali nel Mediterraneo, 2008; Metalinguaggio. Storia e statuto dei costrutti della linguistica, in collaborazione con Raffaella Bombi e Marica Brazzo, 2014); ha anche curato tre numeri monografici del periodico "Studi Italiani di Linguistica Teorica e Applicata": Le eteroglossie interne. Aspetti e problemi (vol. 3, 2005, in collaborazione con F. Toso). Il metalinguaggio. Temi e costrutti (vol. 39/1, 2010) e il modello di  Muliacic(vol. 44/1, 2015).
Alla memoria e all’approfondimento scientifico della figura di Roberto Gusmani ha dedicato gli Atti della Giornata di Studio in ricordo di Roberto Gusmani (2011), gli Studi plurilingui e interlinguistici in ricordo di Roberto Gusmani = "Plurilinguismo. Contatti di lingue e culture" 16 (2009) [2011, in collaborazione con Carla Marcato], e il vol, II/tomi 1-2, di Per Roberto Gusmani. Studi in ricordo. Linguistica storica e teorica (2012) e L’eredità scientifica di Roberto Gusmani. Atti della tavola rotonda, Udine 26 febbraio 2013, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2014 [in collaborazione con Raffaella Bombi e Paola Cotticelli Kurras].
Nella cornice del progetto FIRB sull’italiano nel mondo si inseriscono le raccolte Nuovi valori dell’italianità nel mondo. Tra identità e imprenditorialità (2011) "Essere italiani in un mondo globale. Riscoprire l’appartenenza (2014") e Italiani nel mondo. Una EXPO permanente della lingua e della cucina italiana (2015) realizzate in collaborazione con Raffaella Bombi.
È autore inoltre di numerosi saggi dedicati a una serie di problemi cruciali che vanno dai contatti interlinguistici alla variabilità del linguaggio, dalla terminologia linguistica alle lingue dell'Italia antica preromana.
Dirige la rivista "Plurilinguismo. Contatti di lingue e culture" (Udine, Forum) e la collana "Lingue, culture e testi" (Roma, Il Calamo); è condirettore dei periodici "Incontri Linguistici" e "Rivista italiana di Linguistica e Dialettologia" (Fabrizio Serra editore, Pisa e Roma) e delle collane "Lingue, linguaggi, metalinguaggio" (Roma, Il Calamo), "Il Mediterraneo Plurilingue" (Genova, ed. Le Mani); è inoltre componente del Comitato scientifico dei periodici “AION” (Annali del Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati del Mondo Classico e del Mediterraneo Antico - Sezione linguistica) "Anuari de Filologia. Antiqua et Mediaeualia"” e della serie "Lingue moderne e plurilinguismo" (Novalogos, Aprilia).

profilo pubblicazioni progetti di ricerca didattica eventilinks utili area memoriale Gusmani area download e-mail
Vincenzo Orioles
sito realizzato da pevere web XHTML-TRANSITIONAL and CSS validated W3C